La terapia cognitivo comportamentale dei disturbi dell’alimentazione in adolescenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

23-24 ottobre 2020, FIRENZE

Per informazioni potete scrivere a corsi@positivepress.net oppure compilare il modulo di contatto.

Scarica il depliant

Crediti ECM
In fase di accreditamento ECM per le seguenti figure professionali: medico, biologo nutrizionista, dietista, psicologo e tecnico della riabilitazione psichiatrica

Obiettivo del corso
I partecipanti acquisiranno conoscenze su:
• come adattare la CBT-E per gli adolescenti
• come ingaggiare attivamente gli adolescenti nella CBT-Ea
• le principali strategie e procedure della CBT-Ea

 

L’idea di adattare la terapia cognitivo comportamentale (CBT-E) per il trattamento degli adolescenti è nata circa 10 anni fa presso il centro ADA di Verona e l’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della Casa di Cura Villa Garda, partendo dall’osservazione che i giovani con disturbi dell’alimentazione hanno la stessa psicopatologia specifica degli adulti. Questo ci ha portato a ipotizzare che gli adolescenti potessero beneficiare di un trattamento, come la CBT-E, ideato per affrontare la psicopatologia dei disturbi dell’alimentazione. Inoltre, la CBT-E ha numerose caratteristiche che la rendono adatta a soddisfare le esigenze dei pazienti più giovani. Innanzitutto è un trattamento psicologico che include specifiche strategie per ingaggiare il paziente, una caratteristica di vitale importanza per la gestione degli adolescenti, che di solito sono molto ambivalenti nei confronti della prospettiva di iniziare una cura. Inoltre, la CBT-E adotta un approccio collaborativo finalizzato a migliorare il senso di controllo del paziente in generale: una modalità relazionale che si adatta bene con le esigenze dei pazienti più giovani nei quali il perseguimento del controllo, dell’autonomia e dell’indipendenza sono temi di grande rilevanza. La CBT-E è anche semplice da comprendere e da ricevere e adotta un approccio flessibile e individualizzato facilmente adattabile alle necessità degli adolescenti, che possono trovarsi a stadi diversi di sviluppo fisico e cognitivo della loro vita.
Gli adolescenti hanno però delle caratteristiche distintive che richiedono un adattamento specifico della CBT-E per questa fascia di età. Per tale motivo abbiamo sviluppato la “CBT-Ea” (a = adolescenti), un trattamento derivato dalla CBT-E, ma che introduce importanti cambiamenti che lo rendono adatto a trattare la maggior parte degli adolescenti affetti da disturbi dell’alimentazione.
La CBT-Ea è stata valutata dal nostro gruppo di ricerca in tre studi di coorte in pazienti di età compresa tra i 13 e i 19 anni pubblicati in importanti riviste internazionali. I risultati promettenti ottenuti da questi studi hanno influenzato la politica sanitaria inglese e le nuove linee guida del National Institute of Clinical Excellence (NICE) del 2017 che hanno indicato la CBT per gli adolescenti come alternativa al trattamento basato sulla famiglia per la cura dei disturbi dell’alimentazione.

Il corso descriverà le principali strategie e procedure della CBT-Ea che saranno illustrate con numerosi scenari clinici.

 

Programma

Venerdì 23 ottobre
09:30-10:00 Registrazione
10:00-10:10 Introduzione del corso e presentazione degli obiettivi
10:10-11:30 Disturbi dell’alimentazione nell’adolescenza, teoria cognitivo comportamentale transdiagnostica e visione d’insieme del trattamento
11:30-12:00 Pausa caffè
12:00-13:00 Valutazione e preparazione del paziente
13:00-14:00 Pausa pranzo
14:00-15:00 Scenari clinici sulla fase di preparazione
15:00-16:00 Passo Uno della CBT-Ea
16:00-16:30 Pausa caffè
16:30-18:00 Passo Uno della CBT-Ea

Sabato 24 ottobre
09:00-10:00 Scenari clinici Passo Uno della CBT-Ea
10:00-11:30 Passo Due della CBT-Ea
11:30-12:00 Pausa caffè
12:00-13:00 Passo Due della CBT-Ea
13:00-14:00 Pausa pranzo
14:00-16:00 Scenari clinici Passo Due della CBT-Ea
16:00-16:30 Pausa caffè
16:30-17:30 Passo Tre della CBT-Ea
17:30-18:00 Esame ECM

 

Sede del corso | FIRENZE – Sede da definire 

 

Relatori

  • Dalle Grave Riccardo, medico e psicoterapeuta specialista in endocrinologia e scienza dell’alimentazione | Responsabile dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della casa di cura Villa Garda. Direttore scientifico dell’Associazione Italiana Disturbi dell’Alimentazione e del Peso (AIDAP)
  • Calugi Simona, psicologa, psicoterapeuta e dottore di ricerca | Responsabile della ricerca clinica dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della Casa di Cura Villa Garda. Presidente AIDAP e responsabile dei centri AIDAP Empoli e Firenze

 

Per informazioni sulla modalità di iscrizione e pagamento potete compilare il seguente modulo: Richiesta informazioni
oppure inviare una richiesta all’indirizzo e-mail corsi@positivepress.net o chiamare il numero 0458103915